I 1001 USI DEL TRX …

Come precedentemente accennato, la mia missione prova costume è miserabilmente fallita. Non solo non ho il fisico tonico che volevo, ma ho messo su anche qualche chilo, con il triste risultato che sembro più post-parto ora di quando lo ero per davvero.

Vabbè, me ne sono fatta una ragione, fa troppo caldo per rimanere completamente vestita in spiaggia e non posso nemmeno rinunciare a tutte quelle schifezze che mi tirano su il morale, il mio comfort food, il vino, la mia cuccettina. E poi c’è un lato positivo: si può sempre migliorare e di qui alla prossima estate chissà, magari diventerò una strafiga.

Non posso dire lo stesso della mia compagna di avventure, quell’amica che strafiga lo è già e che ha dedicato la sua vita, o almeno il suo tempo libero, a fare del suo fisico testimonianza tangibile che la perfezione estetica non è appannaggio esclusivo delle modelle ritoccate con photoshop.

Lei è quella che settimana scorsa è partita per il mare con i figli e una macchina provvista di:

• spesa alimentare e prodotti per la pulizia della casa

• due valigie di cambi per i bambini e tre per lei (non si sa mai che capitasse di fare serata)

• biancheria varia ed eventuale

• due kettle di cui una da 12 kg e una da 20 e il trx

E che tutte le mattine, dopo aver preparato il pranzo al sacco da portare in spiaggia per i bambini (lei sopravvive con una banana…mah, le infinite risorse della signora Chichita!), carica in macchina:

• Prole

• Giochi

• Cambi di costume

• Cibo

• Acqua e succhi di frutta

• Kettle e trx

Avete capito bene. Lei si porta i suoi strumenti di tortura in spiaggia.

E una volta arrivata, dopo aver incremato ben bene i bambini ed averli sistemati con i loro giochi, inizia a fare affondi e squat come se non ci fosse un domani. Poi attacca il trx al capanno sul mare e inizia ad allenarsi tra lo stupore dei bagnanti di passaggio, che sono allibiti non tanto dal fatto che lei si alleni, ma che i suoi figli la aiutino a contare le ripetizioni e correggano ogni suo eventuale errore. I suoi figli squattano meglio di me e non sarebbe cosa strana, se non fosse che frequentano entrambi la scuola materna. I suoi figli quando dici 1,2,3… non dicono Stella! come qualsiasi bambino normale, ma Squaat!!!

La stimo, sono sincera, perché l’unico motivo per cui porterei un trx in spiaggia insieme alla prole – e non chiamate il telefono azzurro, parlo in via del tutto ipotetica, io non porterei MAI un trx in spiaggia – è per usarlo come guinzaglio doppio.

Ma io boh!!