Gravidanza: una donna sull’orlo di una crisi di nervi

gravidanza

Avete già capito come la penso: per me la gravidanza non è una passeggiata, non è dolce né tanto meno “uno stato di grazia”.

“Te lo do io il prosciutto crudo!”: sogno di una notte di mezza estate

E questo non lo dico perché, essendo toxo-negativa, ho dovuto rinunciare al famoso prosciutto crudo, al salame, alla fiorentina cotta al sangue, al tiramisù, alla tartare di salmone e al sushi in generale.

Non lo dico neanche per i continui bruciori di stomaco, la sonnolenza, la spossatezza, il gonfiore alle caviglie, i crampi notturni ai polpacci.

La gravidanza è complicata anche per le reazioni della gente e i comportamenti socialmente accettati.

Premetto che per me è stato complicato anche solo annunciare di essere incinta.

A mia madre l’ho detto en passant a tavola, durante un pranzo:

“Mamma hai lavato bene i pomodori? No perché sono toxo-negativa e aspetto un bambino…”.

Ai miei colleghi ho scritto il seguente messaggio nella chat di gruppo:

“Ciao ragazzi! Vi scrivo per dirvi che se ho la panza particolarmente grossa in questi giorni non è perché ho mangiato un vitello a colazione: sono appena entrata nel quinto mese…”.

Per me è stato difficile annunciare l’evento perché continuavo a pensare che la gente avrebbe potuto tranquillamente rispondere: “E ‘sti cazzi?” (tra l’altro se qualcuno l’avesse fatto veramente sarebbe diventato il mio idolo).

E invece ho scoperto che la notizia è sempre accolta con grande felicità.

Le risposte più inflazionate sono:

  • Sono cose belle.
  • Sai già il sesso?
  • Hai deciso come chiamarlo?
  • Quando nascerà?

Comunque sia dal momento in cui la gente scopre che sei incinta mette in atto degli insopportabili comportamenti socialmente accettati.

Tutti, ma proprio tutti, anche gli estranei si sentono legittimati a toccarti la panza, come se non fosse tua. Ma io boh!

Potete capire il fastidio? Ma chi sei tu per starmi così vicino? Giù la zampa!

Per non parlare dei commenti sulla grassezza:

  • “Beh sì ti si è riempito anche il viso … Sei bellissima”
  • “Effettivamente hai i fianchi più larghi!”
  • “Ti sta venendo il doppio mento? Ma non ti preoccupare è normale”

Cooooosa??????? Come come come?

Già è difficile accettare il fatto di essere diventata una balena; già guardarsi allo specchio è un’agonia; già riconoscersi in questi lineamenti è un’utopia. Ma tu, esimia testa di minc**a sei proprio campionessa della sensibilità! Ma io boh!

In tutto questo marasma però stanotte lui/lei, non lo so ancora, mi ha dato un calcetto. E questa sì è stata la roba più dolce del mondo, anche per una cinica come me!

V

 

Immagine copertina da Maternità.it